Contratto di Sviluppo 2024, come accedere ai finanziamenti

Il Contratto di Sviluppo 2024 è una delle principali opportunità offerte alle imprese italiane per incentivare progetti di investimento produttivo, strategico e innovativo. Promosso dal MIMIT e gestito da Invitalia, questo strumento si rivolge alle aziende operanti nei settori industriale, agro-industriale, turistico e della tutela ambientale.

Lo scopo del Contratto di Sviluppo è quello di sostenere iniziative di grande entità, facilitando l’accesso a contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati. Con il sostegno a programmi che richiedono investimenti significativi, si contribuisce a rafforzare la competitività delle imprese italiane sia a livello nazionale che internazionale.

Ma quali sono i requisiti e le modalità per accedere al Contratto di Sviluppo? Come sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla misura? Ecco tutte le informazioni da considerare.

Contratto di Sviluppo 2024: requisiti e modalità d’accesso

Le imprese che desiderano accedere al Contratto di Sviluppo sono tenute a soddisfare alcuni requisiti fondamentali. È necessario, innanzitutto, presentare progetti di investimento di una certa importanza: almeno 7,5 milioni di euro per attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, oppure 20 milioni di euro per altre tipologie di progetti. Le imprese possono partecipare sia singolarmente che in forma congiunta, utilizzando strumenti come il contratto di rete.

I soggetti beneficiari delle agevolazioni sono rappresentati dall’impresa proponente, che è responsabile della coerenza tecnica ed economica del progetto, dalle aziende aderenti che partecipano alla realizzazione del programma e dai soggetti che si occupano di ricerca, sviluppo e innovazione.

I progetti finanziabili dal credito ricerca e sviluppo possono riguardare lo sviluppo industriale, la tutela ambientale, le attività turistiche, la ricerca e le realizzazioni infrastrutturali di pubblico interesse.

Per presentare la domanda, le imprese devono registrarsi sulla piattaforma online di Invitalia, compilando l’istanza digitalmente. La valutazione delle domande è cronologica e prende in considerazione diversi fattori, come l’impatto sull’occupazione, la capacità del progetto di rafforzare la competitività dell’azienda sui mercati internazionali, l’impatto ambientale e il contributo tecnologico.

Vantaggi e opportunità offerti dal Contratto di Sviluppo 2024 fondo perduto

Tra le agevolazioni previste dal Contratto di Sviluppo vi sono finanziamenti che possono coprire fino al 75% delle spese ammissibili, contributi in conto interessi, contributi diretti alla spesa o partecipazioni temporanee al capitale di rischio, a seconda delle caratteristiche del progetto e dell’azienda.

Le spese coperte dal Contratto di Sviluppo sono quelle per suolo aziendale, opere murarie, infrastrutture specifiche, macchinari, attrezzature, software, brevetti e consulenze.

Per i progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, vengono concessi finanziamenti per i costi per il personale, le attrezzature, la ricerca esterna, i costi generali e i materiali. Tali iniziative devono essere completate entro 36 mesi, con la possibilità di una proroga di 18 mesi se debitamente motivata.

Inoltre, il Contratto di Sviluppo, pensato per ridurre i rischi associati a investimenti di grande entità, è strettamente legato al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che fornisce ulteriori risorse per investimenti nelle filiere produttive, energie rinnovabili e mobilità sostenibile.

Tale integrazione assicura che le ditte possano accedere a fondi per sviluppare progetti innovativi e strategici, contribuendo non solo alla loro crescita ma anche a quella economica del Paese.

Il PNRR, in particolare, prevede una dotazione finanziaria significativa per sostenere le filiere produttive strategiche, con un investimento di 750 milioni di euro dedicati specificamente a questo scopo.

Inoltre, è stato stanziato un miliardo di euro per progetti legati alle energie rinnovabili e alle batterie e 300 milioni di euro per la promozione dei bus elettrici, evidenziando l’attenzione verso la transizione ecologica e la sostenibilità.

Infine, i fondi accessibili con il Contratto di Sviluppo sono ulteriormente rafforzati dal Decreto Aiuti bis, che ha stanziato 40 milioni di euro per il 2022, 400 milioni di euro per il 2023 e 12 milioni di euro per ciascun anno dal 2024 al 2030.

Per sfruttare al meglio le varie opportunità, entra in contatto con i nostri consulenti in finanza agevolata, in grado di assisterti con successo nel processo di richiesta e gestione dei finanziamenti.

Domande frequenti sul Contratto di Sviluppo 2024

Cosa sono i Contratti di Sviluppo e cosa finanziano nel 2024?

Il Contratto di Sviluppo è uno strumento di finanza agevolata promosso da Invitalia per sostenere grandi investimenti strategici in Italia. Nel 2024, finanzia progetti nei settori industriale, turistico e di tutela ambientale. Gli investimenti possono includere la costruzione di nuovi impianti, l’ampliamento di quelli esistenti, l’innovazione dei processi produttivi e la realizzazione di infrastrutture turistiche e ambientali.

Chi può beneficiare del Contratto di Sviluppo nel 2024?

Il Contratto di Sviluppo è destinato alle imprese di qualsiasi dimensione che intendono realizzare progetti di investimento rilevanti, sia da sole che in forma aggregata (consorzi, reti d’impresa, etc.). Possono beneficiare dell’agevolazione anche le imprese estere che intendono investire in Italia, purché soddisfino i requisiti richiesti.

Quali sono i requisiti per accedere al Contratto di Sviluppo 2024?

Per accedere al Contratto di Sviluppo nel 2024, le imprese devono presentare progetti con un importo minimo di investimento pari a 20 milioni di euro (7,5 milioni per progetti nel settore turistico). È necessario dimostrare la capacità tecnica, economica e finanziaria per realizzare il progetto e garantire la sostenibilità occupazionale e ambientale delle iniziative proposte.

Come funziona il finanziamento a fondo perduto previsto dal Contratto di Sviluppo?

Il Contratto di Sviluppo può includere finanziamenti a fondo perduto, che sono erogati in percentuale sul totale dell’investimento ammissibile. Le percentuali variano in base alla tipologia del progetto e alla localizzazione geografica, con una particolare attenzione alle aree svantaggiate. Oltre ai contributi a fondo perduto, possono essere concessi anche finanziamenti agevolati e garanzie sui prestiti.

Quali sono i tempi e le modalità di presentazione delle domande per il Contratto di Sviluppo 2024?

Le domande per il Contratto di Sviluppo 2024 possono essere presentate tramite la piattaforma online di Invitalia. È necessario preparare una dettagliata documentazione tecnica ed economica del progetto, comprese le analisi di fattibilità e gli studi di impatto. I tempi di valutazione possono variare, ma generalmente richiedono diversi mesi. È consigliabile consultare il sito di Invitalia per aggiornamenti e scadenze specifiche.

Autore

Picture of Vincenzo Vinciguerra
Vincenzo Vinciguerra

Esperto in finanza agevolata e finanziamenti europei con una solida esperienza nell'aiutare le aziende a ottenere fondi strutturali e agevolazioni fiscali. Founder, Director, CEO presso Uropp Finance, offre consulenze su bandi europei e programmi di finanziamento UE. Con un occhio attento ai progetti innovativi, Vincenzo guida le imprese verso opportunità di crescita e sviluppo sostenibile.

contatti

vuoi maggiori informazioni?

Compila il form per essere ricontattato.

× Ciao, Come possiamo aiutarti?