Programma Europa Creativa – MEDIA 2023. Bando “Sviluppo di videogiochi e contenuti immersivi”
Dicembre 12, 2022
Programma LIFE 2022. Bando “Natura strategica e progetti integrati (SNAP/SIP)”
Dicembre 12, 2022

Programma Erasmus+. Bandi Azione chiave 2 – Cooperazione tra organizzazioni e istituzioni

L’Unione Europea ha rinnovato il proprio impegno nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport pubblicando il nuovo programma Erasmus+ per il 2023. I settori nominati sono considerati di importanza strategica dall’UE la quale ha come obiettivo la creazione di una cittadinanza europea con una formazione e un’istruzione inclusiva e di alto livello.
L’Erasmus+ si inserisce all’interno di una più ampia dimensione europea dedicata ai giovani e rappresentata dallo Spazio europeo dell’istruzione, della strategia europea per la gioventù e dal Piano di azione per l’educazione digitale 2021 – 2027.
Il programma Erasmus+ si prefigge l’obiettivo di fornire ai cittadini gli strumenti, le abilità e le conoscenze per adattarsi ad una società dinamica, multiculturale e digitale. Per tale motivo, l’offerta Erasmus+ si concentra sullo studio di una lingua europea attraverso attività didattiche o lavorative in un altro paese. Il programma, infine, opera nel rispetto delle minoranze, garantendo pari opportunità a tutti i suoi cittadini, indipendentemente dall’età, dal paese di origine e dai differenti contesti socio-economici e culturali.
La visione del programma Erasmus+ è volta alla costruzione di una società europea digitalizzata, attenta all’ambiente, ai cambiamenti climatici e alla crescita sostenibile. È inoltre destinata ad affrontare un’altra grande sfida europea: la limitata partecipazione alla vita democratica. Il programma sarà infatti fondamentale per rafforzare la partecipazione giovanile ai processi democratici e alle politiche europee.
In sintesi, programma Erasmus persegue i seguenti obiettivi:

  • sostenere lo sviluppo formativo, professionale e personale degli individui nel campo dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, in Europa e nel resto del mondo;
  • contribuire alla crescita sostenibile, all’occupazione, alla coesione sociale e al rafforzamento dell’identità europea secondo la politica in materia di gioventù all’interno della strategia dell’Unione per la gioventù 2019-2027;
  • sviluppare una dimensione europea dello sport.

Per raggiungere gli obiettivi citati, il programma Erasmus+ è stato strutturato lungo tre azioni chiave da conseguire nel periodo 2021-2027:

  • Azione chiave 1 – Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento
  • Azione chiave 2 – Cooperazione tra organizzazioni e istituzioni
  • Azione chiave 3 – Sostegno allo sviluppo delle politiche e alla cooperazione

L’azione chiave 2 è suddivisa in diverse aree tematiche: i partenariati per la cooperazione, i partenariati per l’eccellenza, i partenariati per l’innovazione e gli eventi sportivi senza scopo di lucro.
All’interno dell’azione chiave 2 sono presenti anche le azioni “Sviluppo delle capacità nel campo della gioventù”.
progetti di sviluppo delle capacità nel campo della gioventù sono progetti di cooperazione internazionale basati su partenariati multilaterali tra organizzazioni attive nel campo della gioventù nei paesi aderenti al programma e nei paesi terzi non associati al programma.
Essi mirano a sostenere la cooperazione internazionale e il dialogo politico nel campo della gioventù e dell’apprendimento non formale, ritenuti motori dello sviluppo socio-economico sostenibile e del benessere delle organizzazioni giovanili e dei giovani.
L’azione ha i seguenti obiettivi:

  • aumentare la capacità delle organizzazioni che lavorano con i giovani al di fuori dell’apprendimento formale;
  • promuovere le attività di apprendimento non formale nei paesi terzi non associati al programma, in particolare le attività rivolte ai giovani con minori opportunità, al fine di migliorare il livello delle competenze garantendo nel contempo la partecipazione attiva dei giovani nella società;
  • sostenere lo sviluppo dell’animazione socioeducativa nei paesi terzi non associati al programma, migliorandone la qualità e il riconoscimento;
  • favorire lo sviluppo, la sperimentazione e il lancio di sistemi e programmi di mobilità per l’apprendimento non formale nei paesi terzi non associati al programma;
  • contribuire all’attuazione della strategia dell’UE per la gioventù (2019-2027), compresi gli 11 obiettivi per la gioventù europea;
  • favorire la cooperazione in diverse regioni del mondo mediante iniziative congiunte;
  • migliorare le sinergie e le complementarità con i sistemi di istruzione formale e/o il mercato del lavoro

La scadenza per la presentazione delle proposte è fissata al 8 marzo 2023.

× Ciao, Come possiamo aiutarti?